PROCEDURE DI ALTA SPECIALIZZAZIONE

RINGIOVANIMENTO OVARICO


Il Ringiovanimento Ovarico trova indicazione per la prevenzione della menopausa precoce e nell’insufficenza ovarica. E' utile per migliorare la qualità e la quantità degli ovociti nelle donne con insuccessi ai programmi di IVF da fattore ovocitario. Rappresenta l'unica possibilità per le donne che non vogliono ricorrere alle tecniche eterologhe. E' un presidio medico antiage. A seguito dell’invecchiamento fisiologico o per processi patologici, il tessuto ovarico diviene sempre più fibroso e povero di vasi che portano ossigeno, materiali nutritivi e ormoni, tutto ciò aumenta la riduzione dei follicoli, ne isola alcuni e altera qualitativamente altri con la conseguente perdita di ovociti e riduzione della produzione ormonale. L'inserimento, per via ecografica transvaginale in leggera sedazione, di PRP o Stem Cell stimola la neoangiogenesi con conseguente aumento dei vasi e apporto di ossigeno e materiale nutrivo; stimola la produzione di nuove cellule endocrine, attira le cellule staminali con conseguente miglioramento e ringiovanimento. Dopo l'intervento, una terapia terapia di consolidamento della rigenerazion, basata su schemi dietetici, DRIP IV e Ossigeno Ozonoterapia (HAROT), migliora anatomicamente l’ovaio e il suo funzionamento favorendo una successiva stimolazione farmacologica di follicoli ovarici.

RIGENERAZIONE ENDOMETRIALE


L'endometrio può essere interessato da processi patologici quali l’infiammazione, l’atrofia e alterazioni immunitarie legate ad accumulo di linfociti CD3,56 e138. Tutte queste condizioni ostacolano l’impianto embrionario e sono spesso causa di aborti precoci. La rigenerazione endometriale è in grado di risolvere tali patologie, l’introduzione subendometriale, per via isteroscopica di PRP o Stem Cell, stimola la produzione di nuovi vasi migliorando il microcircolo endometriale. A sua volta l'apporto di quantità superiori di ossigeno e metaboliti, migliora la crescita e la qualità dell endometrio. L' effetto immunomodulante e antiflogistico contribuisce a creare le migliori condizioni dell’impianto embrionario e il mantenimento della gravidanza. Tale procedura dovrebbe trovare indicazioni anche in casi di due o più insuccessi di programmi IVF.

PRP PER L'IMPOTENZA


Una delle cause più frequenti dell'impotenza è l'alterazione a carico del tessuto spongioso dei corpi cavernosi. I corpi cavernosi sono dei cilindri che riempendosi di sangue, permettono l'erezione del pene e il suo mantenimento. Processi flogistici, degenerazioni fibrotiche e alterazioni vascolari, danneggiano tali strutture, facendo insorgere l’impotenza.
L’inoculazione ambulatoriale di PRP nei corpi cavernosi, rigenera tali strutture permettendo una valida erezione e spesso, un aumento delle dimensioni del pene.

PRP PER L'ESTETICA


Il PRP ha molteplici indicazioni in medicina estetica, grazie alla sua riconosciuta capacità di rigenerare i tessuti, stimolare la moltiplicazione cellulare, richiamare le cellule staminali, indurre la neoangiogenesi (crescita di nuovi vasi ematici). Tali effetti migliorano tutti i tessuti ringiovanendoli, aumentandone l'elasticità ed il tono. Presso l'Unità di Medicina Rigenerativa a Chianciano Salute, biologi esperti, preparano una crema a base di acido ialuronico e PRP in grado di ridonare elasticità e tono al viso eliminando le rughe e rendendo la cute più elastica e compatta. Si tratta della prima crema estetica organica, geneticamente compatibile con la persona da cui è stata prodotta.

PRP DEI GENITALI


A seguito dell involuzione senile, della menopausa o dopo traumi o parti, i genitali esterni femminili possono andare incontro a riduzione dell'elasticità, del tono d'assottigliamento, con conseguenti disturbi funzionali, quali incontinenza o difficoltà nei rapporti sessuali o a inestetismi che influenzano la qualità della vita. La sapiente inoculazione di PRP seguita poi dall'impiego delle frequenze 448 KHZ, risolve brillantemente e rapidamente tali problematiche.

PRP E OZONO PER ENDOMETRIOSI


PRP e Ozono rappresentano innovativi presidi terapeutici contro una malattia invalidante caratterizzata da dolori, aderenze e intensi processi flogistici, responsabili di dolori e lesioni autoimmunitari in grado di danneggiare le cellule ed in primis l’ovocita. L'inoculazione di pappe piastriniche nei focus endometriosici ovarici, stimola la guarigione e riduce l'infiammazione e quindi i danni parenchimali e induce la rigenerazione del tessuto, con miglioramento della sintomatologia e della qualità dell’ovocita. Le successive sedute di ossigenoozono terapia (H.A.R.O.T.) decongestionano la pelvi, sfiammano l'organismo con considerevole riduzione del TNF Alfa e favoriscono la normale attività intestinale migliorando anche il microbiota.

COME PRENDERE APPUNTAMENTO